Copyright. All Rights reserved by Elisa des Dorides

quadrato

Nottambuli, il nuovo video di Egon

Se un quadro di Hopper inizia a prendere vita

Secondo singolo estratto da Leicht

Il video è stato ideato e realizzato da Sara Arango Ochoa della BurnOut Films - www.burnoutfilms.it - la canzone è ispirata a una delle più famose opere di Edward Hopper, Nighthawks, e descrive un mondo che soffre sempre di più la fame di trovare conferme nel giudizio del pubblico, dove le apparenze ci costringono a rinchiuderci ermeticamente nelle nostre profonde solitudini.

“Sensibili ad ogni cambio di luce…come sui nottambuli di Hopper”, uno sguardo pittorico su questa condizione umana, dove la realtà di ciascuno di noi ci allontana anni luce da quella di chi ci sta accanto.

"Non sai mai quale sia la decisione migliore, vivi ogni cosa subito, senza nessun tipo di preparazione, senza nessun confronto possibile con le tue vite passate, senza poter correggere niente nelle tue vite future. 

Tu sei leggero, ma inevitabilmente questa leggerezza diventa insostenibile, se puoi vivere solo una vita è come se non la vivessi affatto. 

Leicht, che in tedesco significa “leggero”, da il titolo al terzo album degli Egon. Nove canzoni che sfidano l’insostenibilità del vivere, canzoni come foglietti di carta con qualcosa di scritto, piegati piccoli e nascosti in qualche intercapedine di una porta, cose da ricordare, un pezzo di noi lì ad aspettare. 

Essere altro da se, per non essere oggi il cadavere vivo di ciò che ieri è stata la vita perduta."

 

Gli Egon sono:

Marco: voce e chitarre 
Marcello: batteria
Francesco: basso
Davide: chitarra

{
Create a website